A scuola senza auto e “Ludobus”; una lezione di futuro per la salvaguardia dell’ambiente

085_SMG
 
 

Prevenire è sempre meglio che curare.

Su questo continua a non esserci dubbio alcuno, ovviamente; la componente che ahinoi “c’è” sempre meno si chiama tempo. Scorre, sempre.
Anche durante questi secondi impiegati per la lettura di un articolo che, di tempo, vorrebbe tanto restituirlo alla cosa più importante che ci è stata consegnata: la terra.

Andiamo con ordine dunque. Andiamo…andiamo a scuola!
Andare a scuola a piedi può diventare un momento di festa. Tanto più se in cortile c’è il ludobus con cui giocare insieme ai compagni“.

Parte da oggi infatti una festa lunga ben 18 giorni. Tante sono infatti le scuole primarie che hanno aderito alla nuova iniziativa dell’Ecosportello del Comune di Verona, per sensibilizzare i più giovani ad adottare comportamenti virtuosi in tema di tutela dell’ambiente.

Ogni giorno – ci racconta il comunicato stampa diramato da Palazzo Barbieriin una delle scuole partecipanti, ci sarà la festa senz’auto: ai bambini viene chiesto di percorrere a piedi il tragitto casa-scuola, per poi condividere l’esperienza con insegnanti e compagni. La loro pratica virtuosa a favore dell’ambiente sarà premiata con la ludoteca itinerante, che metterà a disposizione giochi e animazione. Premi in palio anche per le classi che avranno completato il gioco dell’oca.

“Il nuovo progetto – conclude il comunicato – si inserisce nelle numerose iniziative che il Comune promuove nelle scuole, di ogni ordine e grado, per far sì che bambini e ragazzi diventino protagonisti consapevoli della mobilità sostenibile, piuttosto che del risparmio energetico, dell’importanza del riciclo e del non spreco, della tutela del verde“.

 
 
32 anni, parte di questi trascorsi inutilmente nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here