5 agosto, il giorno dei “Danieli”; entra Maellare ed esce Finocchiaro. E adesso?

 
 

Atti dovuti? Doverosi?

Tante (mai troppe) le domande che, dall’alto del cielo azzurro (e fresco) sopra Verona, attendono il normale e straordinario svolgimento della vita (politica) della “città più bella del mondo“. Un mondo popolato di nomi, volti, persone e personalità, attori e tecnici del complicato ma affascinante sogno di riuscire a dare un ordine a tutte le Cose.

Abbandonate le premesse di sistema, certamente una giornata piena di particolari. Daniela Maellare, classe 1958. Da Catanzaro (Chiaravalle per la precisione) a Verona, dove è ben considerata, stimata per le sue qualità professionali nell’ambito della gestione di tutto gli aspetti legati a Palazzo Barbieri. È lei, da ex collaboratrice (la più stretta) del compianto senatore Stefano Bertacco, il nuovo assessore ai Servizi Sociali, all’Istruzione e al Personale.

Posto vacànte ora scomparso, una sorte che certamente non verrà riservata alla memoria di Stefano, cui tutta l’amministrazione ha voluto dedicare nuovamente un pensiero anche nella giornata odierna.

– – – – – – –

Parole di tutt’altro respiro e per un ufficio che si (ri)apre, un altro va (ri)chiudendosi. Dopo le polemiche delle scorse settimane e le nette prese di posizione di due soggetti politici vitali come Verona Domani (Matteo Gasparato) e la Lega (Nicolò Zavarise), la multiutility scaligera vede di nuovo la casella “Presidenza” cambiare di nome. Per adesso, sicuramente, quello che esce è quello di Daniele Finocchiaro (52 anni), laureato in Economia Politica alla Bocconi di Milano con Master in Economia Sanitaria e Studi diplomatici. È salito in carica il 10 aprile dello scorso anno.

 

E adesso? L’adesso.

 
 
Avatar
30 anni, parte di questi trascorsi inutilmente nel tentativo di scrivere una biografia seria e sensata. Forse questa è la volta buona (lo dico sempre!). Italiano e veronese, amante della comunicazione con ogni mezzo e a (quasi) ogni costo. Hellas Verona nelle arterie, musica jazz e le parole di un caro amico al momento giusto. Con la famiglia di VeronaNews per dare il meglio di me alla città che più amo al mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here