Verona smart city? Of course

“La volontà principale di questa amministrazione è rilanciare la città, partendo dalla valorizzazione delle sue eccellenze, con attenzione al territorio e allo sviluppo della cultura, turismo e infrastrutture per far sì che Verona diventi davvero una smart city”.

Così il Sindaco Federico Sboarina in consiglio comunale che nello specifico poi rileva:

“Tra le missioni che caratterizzano le linee programmatiche, trasparenza e legalità (dialogo costante con minoranza per condividere scelte nel rispetto dei ruoli e istituzione di un prossimo Comitato per la Trasparenza e l’efficienza amministrativa con personalità esterne);

Circoscrizioni (riorganizzazione territoriale, revisione del sistema elettorale);

Aziende partecipate (valorizzare le Partecipate per aumentarne l’efficacia, condividendo le strategie con il socio Comune attraverso l’ausilio qualificato delle due consulenti);

Ordine pubblico e sicurezza (una delle missioni principali di questa amministrazione, potenziare la collaborazione e il coordinamento tra tutte le forze dell’ordine, aumentare i controlli, la sicurezza è un traguardo che si raggiunge col tempo, lavorando ogni giorno intervenendo anche sulla riqualificazione urbana dei quartieri).

Cultura (completamente trascurata da anni, ci proponiamo di valorizzare alcune eccellenze culturali, sia quelle note che quelle meno conosciute, come ad esempio la biblioteca Capitolare);

Fondazione Arena (a breve sarà ricostituito il consiglio di indirizzo da cui ripartirà rilancio complessivo della Fondazione, con investimenti prioritari e una programmazione che punti anche a valorizzare l’extra lirica); Musei cittadini (la gestione dei grandi contenitori presenti nel nostro tessuto cittadino, non può essere scollegata come accaduto negli ultimi anni, ma unitaria e coordinata, per uno sviluppo omogeneo); Arsenale (è aperto il dialogo con la città e con i portatori di interesse per un progetto di riqualificazione di un compendio che deve rimanere in mano pubblica); Anfiteatro Arena ( è il monumento per eccellenza della nostra città, l’investimento di 9 milioni di euro già programmato è fondamentale per conservarlo in tutta la sua bellezza);

Central Park (ci stiamo già lavorando);

Sviluppo sostenibile (non puo’ passare attraverso centinaia di migliaia di metri quadrati di centri commerciali, tanto meno in zone della città che presentano criticità dal punto di vista della viabilità);

Grandi opere (Traforo delle Torricelle farà molta fatica ad essere realizzato, ma il passaggio a nord della città sarà sicuramente oggetto di studi specifici per la viabilità); Filobus (lo studio del trasporto di massa è alla nostra attenzione, la volontà è di realizzarlo nel modo migliore, sciogliendo quei nodi che si sono creati negli ultimi anni);

Famiglia (è al centro della comunità e anche del nostro programma, e come tale sarà supportata da politiche di sostegno specifiche);

Sociale (siamo lavorando al Fattore famiglia e Verona sarà la prima fra le grandi città a realizzarlo, progetti innovativi contro il disagio giovanile e a sostegno di anziani anche in riferimento al progetto Alzheimer)”.

CONDIVIDI
Redazione
Verona News, quotidiano indipendente, completamente gratuito con notizie e approfondimenti di attualita, cronaca, politica, economia e tanti altri temi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here