Tenta di rubare una bicicletta, sorpreso e arrestato dalla Polizia

Lo scorso 8 luglio, intorno alle ore 17.00, A.B., ventottenne pregiudicato di origine tunisina, è stato arrestato dagli agenti delle Volanti con l’accusa di tentato furto aggravato di una bicicletta, reato accertato dagli stessi poliziotti che transitavano sul luogo dell’accaduto.

Un arresto in flagranza, dunque, quello eseguito nel pomeriggio domenica dagli agenti delle Volanti della Questura di Verona. Gli stessi stavano effettuando un servizio ordinario di controllo del territorio quando, attraversando Interrato Torre Pentagona, notavano, a poca distanza dalla scalinata che conduce verso Corso Porta Nuova, un uomo accovacciato a terra, intento ad armeggiare con un trancino su di una bicicletta.

Alla vista dei poliziotti lo straniero, dopo aver tentato di occultare sotto una macchina in sosta l’attrezzo che teneva in mano, si dava alla fuga.

Rapidamente gli operatori di polizia scendevano dall’auto di servizio e bloccavano l’uomo prima che riuscisse ad allontanarsi. Lo stesso, pur dichiarando di non essere proprietario del velocipede, non riusciva a fornire alcuna spiegazione circa il suo tentativo di recidere il filo metallico posto a chiusura del mezzo.

Tratto in arresto per il reato di tentato furto aggravato e sottoposto a perquisizione personale, l’uomo veniva trovato in possesso di un paio d’occhiali ancora muniti di placca antitaccheggio, verosimilmente provento di furto, circostanza per la quale la Polizia procedeva nei suoi confronti con la denuncia in stato di libertà per il reato di ricettazione.

Da controlli più accurati effettuati negli uffici della Questura emergeva, altresì, che lo straniero era già destinatario dell’obbligo di presentazione giornaliera alla Polizia Giudiziaria presso gli Uffici della Stazione dei Carabinieri di Verona.

Ieri mattina, in sede di rito direttissimo, il giudice, dopo la convalida dell’arresto, ha condannato l’uomo a 12 mesi di reclusione e 400,00 euro di multa.

Davide Caldelli
Sono di Verona, nato il 15 gennaio, quindi Capricorno. Ho un temperamento deciso ma anche la giusta allegria per le origini senesi del nonno paterno. Ho una laurea magistrale in editoria e giornalismo conseguita con il massimo dei voti. Iscritto All’ODG del Veneto, nel tempo libero sono istruttore minibasket a Lugagnano. Scrivo per il Corriere dello Sport. Credo neello sport per tutti. Nel 2014 la mia passione mi ha portato a Sochi per seguire i Giochi Paralimpici Invernali. Amo il Teatro: Shakespeare in particolare. Mi piace il nuoto e quando posso vado in mountain bike. Sono sincero: dico sempre quello che penso. Sempre di corsa ma mi piace così.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here