Contratto provinciale del terziario, distribuzione e servizi: le novità

Confcommercio Verona e Filcams CGIL, Fisascat CISL e UilTuCS UILT hanno sottoscritto nei giorni scorsi il rinnovo del Contratto Provinciale di Lavoro per i dipendenti da aziende del Terziario della Distribuzione e dei Servizi della provincia di Verona.

Arriva a 14 anni di distanza dal precedente contratto – periodo contrassegnato comunque da uno stretto rapporto tra Confcommercio Verona e sindacati con numerosi accordi riguardanti l’Ente Bilaterale del commercio e dei servizi – e prevede grandi novità in linea con le esigenze del mercato del lavoro odierno, come è stato evidenziato nel corso della conferenza stampa che si è svolta questa mattina nella sede dell’associazione alla presenza di Paolo Arena e Nicola Dal Dosso, rispettivamente presidente e  direttore di Confcommercio Verona e, in rappresentanza dei sindacati, di Floriano Zanoni di Filcams Cgil, Andrea Sabaini di Fisascat Cisl e Barbara Marchini di Uiltucs Uil.

Flessibilità (per rispondere ai picchi di lavoro, sopperire all’abolizione dei voucher e allargare al commercio i vantaggi del settore turistico), sicurezza (che sarà perseguita ed aumentata attraverso una formazione qualificata) e parte economica (premi di produttività detassati) sono, ha spiegato Arena, i tre capisaldi di questo importante accordo di secondo livello che vuole valorizzare aziende e rispettivi collaboratori sui cui dettagli si sono soffermati il direttore Dal Dosso – che ha evidenziato aspettati di particolare rilevanza quale la gestione del lavoro domenica e il recupero delle ore, l’erogazione dei premi, le novità per il Tfr – i rappresentanti dei sindacati e Moreno Festi, responsabile dei rapporti di lavoro di Confcommercio Verona, che ha illustrato nel dettaglio le opportunità offerte grazie al ruolo dell’Ente bilaterale del commercio e dei servizi della provincia di Verona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here