Confcommercio sul Decreto Dignità: “Preoccupazione per le disposizioni sul Lavoro”

Arriva da Confcommercio Verona la totale preoccupazione per le disposizioni contenute nel Decreto Dignità, convertito in Legge dopo l’approvazione in Senato, in particolare per quelle sui contratti a termine, che non renderanno più fluido il mercato del lavoro e non aumenteranno l’occupazione, mentre sicuramente si incrementeranno i costi e il contenzioso per le imprese.

“Rimaniamo perplessi – dichiara il Presidente Paolo Arena – anche per la timida estensione dei voucher solo nelle attività ricettive, escludendo una parte rilevante del turismo, nonché il commercio e i servizi”.

In materia fiscale, infine, l’associazione accoglie con favore il rinvio al primo gennaio 2019 dell’obbligo della fatturazione elettronica per i distributori di carburante e l’esclusione dei professionisti dall’applicazione dello split payment.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here