Approvato il bilancio di previsione: soddisfazione di Sboarina, gli appunti delle opposizioni

Il Consiglio comunale ha approvato, con 21 voti favorevoli e 10 contrari, il bilancio di previsione per gli esercizi 2018 – 2019 – 2020.

Il bilancio presenta entrate tributarie pari a circa 205 milioni 230 mila euro, di cui 62 milioni da IMU, 26 milioni 500 mila da TASI, 44 milioni 777 mila da TARI (con totale copertura servizio), 3 milioni da imposta di soggiorno e 3 milioni 700 mila euro da pubblicità ed affissioni; entrate per trasferimenti statali, regionali e da altri Enti pubblici, pari a circa 35 milioni 950 mila euro; extratributarie, per 79 milioni 668 mila euro.

“E’ con grande soddisfazione che presento oggi i dati del primo bilancio previsionale di questa Amministrazione, approvato in tempi brevi e da un’ampia maggioranza, con 24 voti favorevoli – ha sottolineato il sindaco Federico Sboarina –. Gli investimenti per il 2018 sono in linea con gli obbiettivi prefissati nel programma di mandato e apportano nuove ed importanti risorse per l’avvio di interventi urgenti a favore della città e della qualità della vita dei cittadini”.

Fra i principali incrementi registrati a bilancio: 1 milione 900 mila euro per manutenzione strade, piazze e marciapiedi che, sommati a 1 milione e 90 mila euro e 250 mila euro già assegnati nel 2017, registra uno stanziamento complessivo di circa 3 milioni 300 mila euro; rispetto al 2017, è destinato alla cultura 1 milione 800 mila euro in più, per un investimento complessivo pari a 6 milioni di euro; 1 milione di euro in più anche per la segnaletica stradale; 3 milioni e mezzo di maggiori investimenti per interventi su edifici scolastici. A favore della sicurezza il sindaco ha ricordato anche la programmata assunzione di 26 nuovi agenti di Polizia municipale e l’aumento di mezzo milione di euro a bilancio, per un totale di 4,2 milioni di euro di risorse disponibili per sicurezza e Protezione civile. In riferimento al recupero dell’ex Arsenale il sindaco ha rammentato i primi 9 milioni di euro stanziati per il 2018 e i successivi 18 milioni di euro per il 2019 e 2020.

Critica l’opposizione, che con Michele Bertucco,rileva:

“dal bilancio di previsione emerge il profilo di una giunta che non crede nel cambiamento che aveva promesso in campagna elettorale: il dispositivo infatti non presenta grandi discontinuità col passato a parte la felice eccezione dell’Arsenale e, al termine di una condivisione con la consigliera di maggioranza Bressan, anche sulla Fondazione Arena, in favore della quale è stato accolta la mia proposta di raddoppiare da 300 a 600 mila il contributo comunale 2018.

Oltre alle risorse ottenute per il contrasto delle nuove povertà (70 mila euro) e per la lotta all’inquinamento e per il monitoraggio delle attività di cava (50 mila euro) confido che le modifiche apportate al documento unico di programmazione sui temi dell’urbanistica possano funzionare da stimolo rispetto ad un’amministrazione troppo adagiata sul passato. Il piano delle opere è ancora infarcito di opere che non si realizzeranno mai (dal traforo al centro commerciale alla Cercola) buone solo a gonfiare artificiosamente il bilancio”.

Poco convinto anche il gruppo consiliare PD:

“l’amministrazione Sboarina continua a dare di se stessa ad ormai 9 mesi dal voto è di un gruppo poco coeso e con poche idee. Troppo occasionali e generici gli impegni assunti dall’amministrazione sulle opere richieste dai quartieri, confermando così la mancanza di volontà nel ricucire lo strappo con le Circoscrizioni che all’unanimità avevano bocciato questa proposta bilancio.

Abbiamo chiesto impegni precisi su scuole, piazze, palestre e centri polifunzionali a Poiano, Marzana, Novaglie, Chievo, San Massimo, Saval, Borgo Nuovo, Pestrino (emendamenti del consigliere Federico Benini) ma abbiamo ricevuto soltanto una generica disponibilità che non può rappresentare una risposta concreta ai quartieri”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here